Come vendere foto online

GUADAGNARE VENDENDO LE VOSTRE FOTO

Durante la mia diretta vi avevo promesso di raccontare delle agenzie che comprano le foto. Sono una persona di parola, quindi leggete questo post e mettetermi ancora più likes. Non lo chiedo spesso ma i likes non mi fanno affatto schifo.

Vi siete mai chiesti dove tanti siti e riviste prendono le foto? Mica tutti possono pagare un fotografo ogni volta che serve qualche scatto. Oppure vi è mai capitato di cucinare una ricetta da una rivista qualunque e creare un piatto molto diverso dalla fotografia pubblicata?

Se si, avete già visto il lavoro di queste agenzie alla vostra insaputa. In inglese questi siti si chiamano gli stock e sono attivi più o meno da 20-15 anni. Gli stocks era una grandissima invenzione che permetteva di risparmiare alle aziende e guadagnare ai fotografi.

Io collaboro con diverse agenzie dal 2010, ma visto che all’inizio le mie foto facevano pena, il guadagno decente è arrivato nel 2014. Oggi col progresso della tecnologia e con tanta concorrenza la situazione è cambiata parecchio.
Non vi voglio illudere e promettervi la pioggia di denaro. Questi tempi sono passati, purtroppo, ma si può ancora ricavare qualcosina.

Ci sono due tipi di stock: MicroStocks (Shutterstockphoto, Adobestock, Dreamstime, Depositphoto) che vendono tanto ma a poco prezzo e MacroStocks (Getty Images, Stock Food) che invece vendono poco ma caro e richiedono un contratto esclusivo.

I MicroStocks non prevedono il formato esclusivo, quindi potete vendere la stessa foto sugli alti siti.

Per me la collaborazione con gli stocks era motivante e mi spingeva a migliorare. Proprio allora si era sviluppato il mio stile del minimalismo pulito, perché i requisiti della qualità erano altissimi. Oggi sul mio profilo del Shutterstockphoto si trovano in vendita 18000 fotografie ma mi sono impegnata veramente tanto in giro di questi anni.