Come trovare la motivazione

Non è un segreto che facciamo molto molto di più quando siamo motivati. Ma la domanda principale è quand’è che lo siamo?

La risposta è semplice: siamo veramente motivati solo in due occasioni.

La prima è quando stiamo soffrendo e abbiamo paura di qualcosa. Ammiro tantissimo mia mamma che negli anni più difficili per il nostro paese ha trovato la forza di mandare avanti tutta la famiglia. Rimanendo da sola con due bimbe piccole e senza lavoro era disposta a fare di tutto. Accettando i lavori più umilianti e duri all’inizio, studiando l’inglese di notte e rinunciando  alla sua vita privata in giro di pochi anni è arrivata a occupare  una posizione molto importante all’interno di un’azienda internazionale. È stata proprio la disperazione di averla spinta così lontano!

La seconda situazione è completamente opposta alla prima. Cioè quando si prova gioia facendo una cosa! E quello è esattamente ciò che provo io scattando le foto!

Adoro talmente forte il mio «lavoro» che non riesco ad addormentarmi. Mi giro e rigiro nell letto pensando alle idee, alle fotografie e ai testi che posso scrivere per voi. Quest’anno addirittura non vedevo l’ora di tornare dalla vacanza estiva.

Non esiste altro, ragazzi! Solo il dolore e la gioia ci spingono avanti senza perdere la nostra passione. Quale strategia secondo voi è la più motivante?

Io non vi so rispondere a questa domanda! So solo che per avere il successo dovete decidere da quelle delle due motivazioni trarre inspirazione: «non posso più vivere in questa condizione» oppure «adoro quello che faccio»

Che motivazione usate voi?